PAN CON L’UVA ,O SCHIACCIATA CON L’UVA

dolcezze, lievitati | 3 settembre 2014 | By

Un dolce della tradizione Toscana che veniva preparato al tempo della vendemmia, semplice la sua preparazione, pasta di pane, olio di oliva, zucchero e uva nera, ingredienti che nelle case contadine non mancavano mai, la tradizione vuole che la tipologia di uva usata la varietà Canaiolo dai chicchi piccoli e con tanti semi.

Nella ricetta tradizionale è abitudine scaldare sul fuoco in un pentolino, un p’ò di olio di oliva con rametti di rosmarino, l’olio cosi insaporito viene aggiunto nell’impasto donando al pane profumi e aromi tradizionali Toscani.
Ho cercato di rendere il pane  un p’ò piu moderno, aggiungendo all’impasto burro e zucchero, ottenendo cosi una pasta più morbida.


Ingredienti per l’impasto
400 g di farina 0 oppure00
180/190 g di acqua
150 g di pasta madre rinfrescata e attiva(oppure 15 g di lievito di birra)
40 g di burro (oppure 35 g di olio aromatizzato al rosmarino)
40 g di zucchero
1 pizzico di sale

ingredienti per la farcitura
2 kg di uva da schiacciata
100 g di zucchero
semi di finocchio

per lo sciroppo
100 g di zucchero
100 g di vino rosso

Una teglia da forno di cemt, 40×30
carta da forno

Procedimento

Nella planetaria mettere il lievito spezzettato, aggiungere l’acqua, lo zucchero, avviare la macchina e con la frusta scioglierlo completamente riducendo in crema.

Togliere la frusta e montere la k, Incominciare ad aggiungere la farina poco per volta, esaurita tutta la farina, aggiungere a piccoli pezzetti il burro morbido, impastare ancora amalgamare bene.
Togliere la k montare il gancio e impastare ancora facendo incordare.

Ribaltare l’impasto sulla spianatoia infarinata, formare una palla e metterla a lievitare in una ciotola, coprire e lasciarla lievitare quasi fino al raddoppio, ci vorranno circa 3 ore. (Fare lo stesso procedimento con il lievito di birra, cambieranno i tempi di attesa della lievitazione che saranno piu brevi).

Nel frattempo lavare e sgranare l’uva in un colapasta capiente, ancora bagnata spolverare con lo zucchero, rigirarla bene in modo che lo zucchero si distribuisca su tutta l’uva.

 
Trascorso il tempo di lievitazione, dividere l’impasto in due parti.
Rivestire la teglia con la carta da forno.
Stendere con il mattarello una parte d’impasto ottenendo un rettangolo, adagiarlo nella teglia rivestita,  distribuire sopra l’uva zuccherata abbondantemente, circa tre quarti, i semi di finocchio,(a piacere) spolverare ancora con abbondate zucchero.

 

Stendere l’altra parte di impasto, adagiarlo sopra l’uva, chiudere a pacchetto, sigillare bene in modo che in cottura non fuoriesca il liquido.

A questo punto far lievitare per circa un’ora 1/2.(Con il lievito di birra basteranno 30 minuti)

Nel frattempo, in un pentolino far bollire il vino con lo zucchero ottenendo una salsa un p’ò densa.

Spennellare con lo sciroppo tutta la superficie  del Pan con l’uva, distribuire sopra la restante uva i semi di finocchio (a piacere) e spolverare di zucchero abbondantemente.

Infornare a 220°C nella parte piu bassa del forno, per circa 45 minuti o fino a cottura ultimata.
Controllare la cottura nella parte sottostante, deve essere ben colorita come il sopra, si nota bene dalle foto.

Durate la cottura spennellare e irrorare con lo sciroppo almeno 2 volte la superfice.
Per la buona riuscita di un buon ‘Pan con l’uva,e importante la cottura, cercate di adeguarla bene al vostro forno.

 

 

E cosa di piu speciale per l’abbinamento se non un ottimo vino Toscano.
La scelta non poteva che onorare l’amica Produttrice Antonella D’Isanto con I BALZINI
WHEIT LABEL 2009.

 

Grazie ad Antonella e Vincenzo D’ ISANTO per questo magnifico prodotto.

 

(Visited 1.822 times, 2 visits today)

Comments

Be the first to comment.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Tartellette con confettura di latte e miele